Ricerca per:

XIII Pharmexpo manifestazione per l’industria farmaceutica

Novembre 26 08:00 ÷ Novembre 28 00:00 CET

Pharmexpo, il Salone dell’Industria Farmaceutica, giunto alla XIII edizione riunisce i vari settori in un incontro B2B

Pharmexpo, il Salone dell’Industria Farmaceutica, riunisce i settori della farmaceutica, medicina, omeopatia, sanitaria, cosmesi e dietetica in un incontro B2B.

A Napoli una vetrina del prodotto farmaceutico e un’imperdibile occasione di aggiornamento professionale con corsi, convegni scientifici e incontri tra professionisti.

Pharmexpo ENJOY GLUTEN FREE

Le aziende di prodotti e servizi per la celiachia hanno una vetrina d’eccezione nell’area dove l’attenzione alla corretta alimentazione è diventata un’arte.

A.I.N.C., Ergo-Web e GDI Celiac saranno presenti

Ergo-Web sarà presente a questo importante appuntamento con il software GDI Celiac.

Prossimamente forniremo maggiori informazioni sulle nostre iniziative.

I negozi specializzati in prodotti senza glutine che sono interessati a maggiori informazioni possono contattarci.

Dettagli

Inizio:
Novembre 26 – 08:00 CET
Fine:
Novembre 28 – 00:00 CET
Categorie Evento:
,
Tag Evento:
, , , ,

XIII PHARMEXPO

Mostra d'Oltremare – Viale Kennedy 52
Napoli, Napoli 80125 Italia
+ Google Maps
0817640032
Visualizza il sito del Luogo
Foto di Markus Spiske da Pixabay

Aprire un negozio di prodotti per celiaci, quale gestionale?

Per aprire un negozio specializzato nella vendita di prodotti per celiaci convenzionato ASL, quale gestionale mi serve?

Per aprire un negozio specializzato nella vendita di prodotti per celiaci convenzionato con l’ASL bisogna sicuramente seguire alcune linee guida:

Software GDI

Un passo fondamentale è la scelta del software gestionale che permetta il buon funzionamento del punto vendita.

È importante trovare un programma che semplifichi le operazioni di cassa e automatizzi il più possibile le incombenze fiscali.

Quali caratteristiche minime deve avere un buon gestionale?

  • Aggiornamento in tempo reale della Banca Dati prodotti erogabili.
  • Visione globale del business.
  • Consultabile in qualsiasi luogo e in qualsiasi momento.
  • Interfaccia guidata ed assistita.
  • Archivi anagrafici estendibili.
  • Integrazione con Oggetti Multimediali.
  • Office Automation da e verso le suites Microsoft Office e OpenOffice.
  • Office Automation con sistemi di posta elettronica.
  • Codifica dei prodotti.
  • Gestire un numero illimitato di listini prezzi.
  • Gestione spesa con buoni cartacei.
  • Gestione spesa con buoni dematerializzati (dove già attivi).
  • Emissione fattura.
  • Chiusura di cassa.
  • Analisi di magazzino.
  • Inventario.
  • Gestione ordini e fornitori.
  • Adempimenti fiscali.
  • Emissione scontrino prodotti erogati ASL con dicitura “CORRISPETTIVO NON RISCOSSO”.
  • Spesa online.
foto creata da jcomp - it.freepik
foto creata da jcomp – it.freepik

Se sei interessato ad aprire un negozio per celiaci e vuoi maggiori informazioni, contatta l’Associazione Italiana Negozi Celiachia.

Se vuoi maggiori informazioni riguardanti il software GDI Celiac per il tuo negozio, contattaci senza impegno.

    Foto di Mikael Blomkvist da Pexels

    Quanto mi costa aprire un negozio di prodotti per celiaci?

    Vorrei aprire un negozio gluten free in convenzione ASL. Ma quanto mi costa aprire un negozio di prodotti per celiaci?

    L’apertura di un negozio per Celiaci e Intolleranze Alimentari convenzionato con l’ASL, come abbiamo già visto, ha bisogno di uno spazio opportuno e deve trovarsi in una posizione adeguata.

    Come tutte le attività commerciali bisogna tener conto, in fase progettuale, di quale budget è necessario per iniziare senza errori.

    Un calcolo sbagliato o superficiale, come ha evidenziato Fabio Ramaroli (presidente A.I.N.C.), nel breve periodo ha comportato il fallimento e la chiusura dei negozi mal consigliati o attratti da iniziative low budget.

    Foto di Christina Morillo da Pexels

    I punti vendita specializzati gluten free rappresentano un’eccezione rispetto ai negozi tradizionali, perché hanno a catalogo prodotti senza glutine specifici con onere a carico del SSN.

    Di conseguenza, gli importi per la merce venduta ai clienti con i buoni celiachia non vengono incassati immediatamente, ma saranno pagati dalla ASL competente a 60 giorni (raramente a 30 giorni) dalla chiusura mensile.

    Il budget di progetto, che stabilisce quali oneri debbano essere sostenuti per raggiungere gli obiettivi di apertura e mantenimento del negozio, si distingue in due voci principali:

    • Budget di partenza.
    • Budget di scorta.

    Budget di partenza: sono tutte le spese inderogabili all’avvio dell’attività, cioè affitto dei locali, utenze, arredamento e software gestionale; bisogna anche prevedere il primo acquisto di prodotti.

    Budget di scorta: dopo l’apertura, fino all’arrivo dei rimborsi ASL, è consigliato considerare le spese per l’acquisto di altri due ordini di rifornimento prodotti.

    Fabio Ramaroli, presidente dell’Associazione Italiana Negozi Celiachia, grazie alla sua pluriennale esperienza, ha stimato il budget di progetto nella cifra di 100.000 €.

    Foto di martaposemuckel da Pixabay

    Prossimamente vedremo come il software GDI Celiac risulti lo strumento indispensabile per la completa gestione del tuo negozio senza glutine.

    Se sei interessato ad aprire un negozio per celiaci e vuoi maggiori informazioni, contatta l’Associazione Italiana Negozi Celiachia.

    Se vuoi maggiori informazioni riguardanti il software per il tuo negozio, contattaci senza impegno.

      Glutein Free Celiac Disease Concept

      Buoni celiachia: in Puglia sono integrati nel sistema EDOTTO

      I buoni dematerializzati per la celiachia: in Puglia sono stati integrati nel sistema informativo regionale EDOTTO

      Edotto è il Sistema Informativo Sanitario della Regione Puglia, in esercizio dal 2012, come strumento indispensabile per la corretta organizzazione del servizio sanitario regionale.

      Come previsto dalla DGR n. 219 del 23 febbraio 2017 è stato introdotto il processo di dematerializzazione dei buoni per celiaci.

      Foto di Tumisu da Pixabay

      In una prima fase avviata il 1° aprile 2017 era limitato agli esercizi commerciali, alle farmacie ed alle parafarmacie convenzionate con la ASL BAT; successivamente è stato esteso a tutte le altre ASL a partire dal 1° luglio 2017.

      Grazie a questo processo il buono cartaceo è sostituito dal sistema TS-CNS e da un codice celiachia che permette di acquistare i prodotti alimentari dispensati dal SSN per i celiaci.

      Per poter mantenere il contratto per l’erogazione dei prodotti per celiaci dispensati dal SSN, i negozi convenzionati con le ASL si sono adeguati alle nuove specifiche.

      Per soddisfare tutte le caratteristiche necessarie a questo metodo di transazione, il software gestionale GDI Celiac di Ergo-Web è studiato, realizzato e continuamente aggiornato.

      Foto di Markus Spiske da Pixabay

      Per una corretta rendicontazione alla ASL competente, tutti i processi di cassa del punto vendita sono realizzati con tutte le specifiche necessarie.

      Hai un negozio specializzato in prodotti senza glutine o desideri aprire un nuovo punto vendita e vuoi gestire correttamente i buoni celiachia Regione Puglia?

      Contattaci senza impegno per avere una consulenza professionale.

      [contact-form-7 404 "Non trovato"]
      Foto di Lorenzo da Pexels

      Aprire un negozio per celiaci: come faccio a scegliere dove?

      Aprire un negozio per celiaci convenzionato ASL: come faccio a scegliere la zona dove poter insediare la mia attività?

      Sono tante le domande che si deve porre chi è intenzionato ad aprire un punto vendita specializzato in prodotti senza glutine.

      L’apertura di un negozio per Celiaci e Intolleranze Alimentari convenzionato con l’ASL, come abbiamo già visto, necessita di uno spazio adeguato.

      Tessera sanitaria
      Tessera sanitaria

      Scegliere la zona giusta richiede opportune ricerche, preferibilmente di persona; bisogna verificare i competitor diretti e indiretti e, come vedremo prossimamente, è meglio effettuare alcune ricerche di mercato.

      È indispensabile prendere in considerazione luoghi densamente abitati o comunque città di provincia con almeno 15.000 abitanti.

      I punti vendita specializzati in prodotti senza glutine rappresentano un’eccezione rispetto ai negozi tradizionali, perché hanno a catalogo merce specifica con onere a carico del SSN.

      Uno dei fattori importanti per scegliere il luogo ideale è l’assenza di competitor diretti nelle vicinanze.

      Come giustamente ci suggerisce Fabio Ramaroli (presidente dell’Associazione Italiana Negozi Celiachia) la concorrenza si differenzia in:

      • Punti vendita specializzati (diretta).
      • Grande Distribuzione Organizzata (indiretta).
      • Farmacie (indiretta).

      I tre canali di vendita non sono in conflitto tra di loro, come evidenzia il presidente dell’ A.I.N.C.: nelle farmacie e nella GDO non vengono offerte grandi possibilità di scelta per tipologia e per alternative.

      In questo panorama, i negozi specializzati in prodotti senza glutine si differenziano per la vasta e variegata scelta di prodotti disponibili.

      In particolare è possibile reperire anche prodotti freschi e surgelati di qualità, confezionati da aziende non presenti negli altri canali.

      Foto di Free-Photos da Pixabay

      Di conseguenza, la concorrenza diretta a cui porre maggiore attenzione è la presenza o meno di altri punti vendita specializzati negli alimenti gluten free.

      Prossimamente vedremo come il software GDI Celiac risulti lo strumento indispensabile per la gestione del tuo negozio senza glutine.

      Se sei interessato ad aprire un negozio per celiaci e vuoi maggiori informazioni, contatta l’Associazione Italiana Negozi Celiachia.

      Se vuoi maggiori informazioni riguardanti il software per il tuo negozio, contattaci senza impegno.

      [contact-form-7 404 "Non trovato"]
      Foto di Radowan Nakif Rehan cYyqhdbJ9TI da Unsplash

      GDI Celiac il software gestionale per negozio senza glutine

      GDI Celiac è il software gestionale per il negozio specializzato nella vendita di prodotti senza glutine in tutta Italia

      Tutti i punti vendita specializzati nella vendita di prodotti senza glutine hanno esigenze che non possono essere soddisfatte utilizzando i pacchetti software più diffusi, pensati per essere una soluzione generica e non specifica.

      GDI Celiac, grazie al collegamento diretto con i sistemi regionali attivi, è in grado di visualizzare i dati della tessera sanitaria del cliente con il credito totale o residuo e, al termine dell’operazione, di aggiornare in tempo reale sia il credito residuo del cliente sia il tuo magazzino.

      Foto di Sabine van Erp da Pixabay

      MODULI:

      • Punto vendita.
      • Magazzino.
      • Fatturazione.

      HARDWARE:

      • Lettore cards CNS/CRS.
      • Tastierino numerico USB.
      • Registratore di cassa aggiornato per l’invio del XML7.

      SERVIZIO AGGIORNAMENTO ED ASSISTENZA ANNUALE:

      • Aggiornamenti del software per adeguamenti ai sistemi regionali e/o fiscali.
      • Aggiornamento giornaliero banca dati dei prodotti erogabili.
      • Assistenza telefonica.
      • Assistenza telematica.
      Foto di Christian Wiediger WkfDrhxDMC8 da Unsplash

      MODULI AGGIUNTIVI (OPZIONALI):

      • Contabilità base.
      • Contabilità full (comprende i moduli di tesoreria, ammortamenti, ritenute).
      • Ordini/Impegni.
      • Distinta Base.
      • Gestione ordini tramite e-commerce.
      • Gestione ordini tramite tablet.

      GDI CLOUD BACKUP:

      Permette di creare e impostare backup automatizzati. È la soluzione ideale per la gestione e il mantenimento in piena sicurezza dei propri backup, nel rispetto delle proprie politiche di disaster recovery.

      I backup sono salvati e mantenuti presso i nostri data center, con accesso protetto ed esclusivo.


      Se hai bisogno di una consulenza professionale, contattaci senza impegno

        foto di Fotis Fotopoulos da Unsplash

        Il Codice Celiachia regione Toscana, il progetto Cel@RT

        Il Codice Celiachia regione Toscana, il progetto Cel@RT e i negozi specializzati nella vendita di prodotti senza glutine

        La Regione Toscana dal 1° giugno 2019 ha attivato il progetto di dematerializzazione del Buono cartaceo per la celiachia.

        Grazie a questo passaggio il buono cartaceo è sostituito dalla tessera sanitaria e da un codice celiachia che permette di acquistare i prodotti alimentari specifici per celiaci.

        Il Codice Celiachia rientra nel progetto regionale Cel@RT (vedi sistema Celiachia@RL), che prevede la dematerializzazione dei buoni cartacei e l’introduzione di una piattaforma informatizzata per la gestione di tutto il processo.

        I cittadini a cui è stata certificata la patologia del Morbo Celiaco, o Dermatite Erpetiforme, hanno diritto ad usufruire di un budget mensile per l’acquisto di prodotti alimentari specifici.

        L’importo, spendibile sul territorio regionale, consentirà l’erogazione di alimenti dietetici senza glutine (iscritti nel registro nazionale degli alimenti per celiaci) rimborsati dal Servizio Sanitario Nazionale.

        I negozi specializzati nella vendita di prodotti per celiaci, convenzionati con le ASL, per poter mantenere il contratto per l’erogazione dei prodotti specifici dispensati dal SSN, si sono adeguati alle nuove specifiche.

        Il software gestionale GDI Celiac è studiato, realizzato e continuamente aggiornato per soddisfare tutte le caratteristiche necessarie a questo metodo di transazione.

        Tutti i processi di cassa sono realizzati con le specifiche necessarie per la corretta rendicontazione alla ASL competente.

        foto di Photo Mix da Pixabay

        Vuoi aprire un negozio specializzato in prodotti senza glutine e gestire correttamente i buoni celiachia Regione Toscana?

        Contattaci senza impegno per avere una consulenza professionale.

          foto di Gerd Altmann da Pixabay

          La dematerializzazione dei buoni per i cittadini celiaci

          Negozi specializzati nella vendita di prodotti senza glutine e la dematerializzazione dei buoni per i cittadini celiaci

          Prosegue in Italia il processo di dematerializzazione dei buoni cartacei per i cittadini affetti da morbo celiaco.

          La dematerializzazione aiuta i celiaci e gli intolleranti al glutine, grazie alla spendibilità frazionata, nell’acquisto dei prodotti secondo le necessità alimentari comuni.

          L’obiettivo è l’adozione uniforme a livello nazionale dei buoni digitali, con la possibilità di erogazione circolare tra le diverse regioni.

          foto di Mohamed Hassan da Pixabay

          Attualmente sono presenti situazioni regionali molto diverse:

          La dematerializzazione è un passo importante per agevolare la pubblica amministrazione, i celiaci e i punti vendita.

          • Pubblica amministrazione: vengono ridotti i costi di gestione (stampa dei buoni e personale impegnato alla consegna).
          • Celiaci: niente code per ritirare i buoni, tempi ridotti nella fase di acquisto nei punti vendita (eliminazione delle fustelle da staccare dai prodotti per incollarli sui buoni cartacei).
          • Punti vendita: riduzione dei tempi e dei costi visto che tutto il processo di vendita è integrato nelle funzioni di cassa.
          Software GDI

          In particolare i negozi specializzati in prodotti gluten free possono contare sul software GDI Celiac per la completa gestione del punto vendita.

          Tutte le fasi di rendicontazione contabile per le ASL e per l’agenzia delle entrate diventano trasparenti e automatizzate.

          Per la gestione del tuo negozio utilizzi diversi software?

          Con GDI Celiac, tutti gli adempimenti sono condensati in un unico software gestionale per punti vendita specializzati in prodotti senza glutine.

          Se sei interessato a risparmiare tempo, semplificarti il lavoro e ridurre le spese, contattaci senza impegno per un consulto professionale.

          Tessera sanitaria

          GOpenCare buoni dematerializzati celiachia Regione Piemonte

          Regione Piemonte: Il sistema regionale GOpenCare, per la gestione dei buoni dematerializzati celiachia da luglio 2018

          Dal 1° luglio 2018, la Regione Piemonte ha attivato la nuova procedura di dematerializzazione dei buoni per l’acquisto di alimenti senza glutine.

          La nuova modalità è valida solo per i residenti sul territorio della Regione Piemonte e l’acquisto di prodotti senza glutine può essere fatto in tutti gli esercizi autorizzati alla distribuzione di alimenti per celiachia.

          Il celiaco, per effettuare gli acquisti, nei limiti degli importi mensilmente spendibili, deve essere dotato di tessera sanitaria e di relativo PIN.

          I punti vendita specializzati nella vendita di prodotti senza glutine autorizzati, presenti in questa regione, sono tenuti ad adeguarsi a questo nuovo processo.

          foto di Obsahovka da Pixabay

          GOpenCare è il sistema utilizzato dalla Regione Piemonte per la gestione del buoni celiachia dematerializzati.

          Ergo-Web, dal 2015, con il software GDI Celiac, permette la completa gestione dei negozi specializzati in celiachia.

          Il gestionale GDI Celiac è perfettamente integrato con il sistema GOpenCare, consentendo un corretto processo di gestione e rendicontazione di tutti i processi di cassa.

          Al termine delle operazioni viene emesso regolare scontrino fiscale, in ottemperanza alle specifiche disposizioni del Ministero delle Finanze per la vendita di prodotti convenzionati con il SSN. E’ inoltre possibile visualizzare la disponibilità residua.

          Il tuo punto vendita è correttamente integrato con il sistema GoOpenCare?

          Il tuo registratore di cassa è in grado di ottemperare a tutte le specifiche necessarie?


          Se ti interessa un consulto professionale, contattaci senza impegno.

            Software GDI

            Lepida dematerializzazione buoni celiachia in Emilia Romagna

            Lepida, la dematerializzazione dei buoni celiachia in Emilia Romagna, Archivio Regionale Gestione elettronica Buoni

            La Regione Emilia Romagna nel luglio 2019 ha attivato il progetto di dematerializzazione del Buono cartaceo per la celiachia.

            I punti vendita specializzati nella vendita di prodotti senza glutine convenzionati, presenti in questa regione, sono tenuti ad adeguarsi a questo nuovo processo.

            foto di athree23 da Pixabay

            Il buono cartaceo viene completamente sostituito dalla tessera sanitaria e da un codice celiachia che permette di acquistare i prodotti alimentari specifici per celiaci.

            Di conseguenza, i buoni celiachia sono sulla tessera sanitaria collegata al Fascicolo Sanitario Elettronico (FSE) del paziente celiaco.

            Lepida ha realizzato la piattaforma ARGeB (Archivio Regionale Gestione elettronica Buoni), che integra i diversi sistemi di cassa degli esercenti e consente il colloquio informatico tra le diverse realtà coinvolte.

            foto di energepic.com da Pexels

            Grazie alla completa integrazione tra la piattaforma ARGeB e il gestionale GDI Celiac, i punti vendita in Emilia Romagna possono gestire velocemente e correttamente tutti i processi di vendita.

            Il software GDI Celiac interagisce con la piattaforma regionale gestendo il flusso di rendicontazione tra il negozio e l’azienda sanitaria, consentendo il monitoraggio puntuale dei dati di spesa.

            Il tuo punto vendita è dotato di un gestionale specifico per il negozio di celiachia convenzionato?


            Sei interessato ad un consulto professionale?

              Eventi in programma